Con l'avvento dell'uomo bianco le foreste pluviali vergini sparirono rapidamente e per una estensione tanto grande che in molte parti la foresta fu distrutta completamente con enormi conseguenze, quali:

  • perturbazione del limite normale delle zone climatiche, con eccesso di caldo e di freddo e variazione nelle precipitazioni;

  • diminuzione del livello freatico dell'acqua, esaurimento delle fonti e scorrimento irregolare dell'acqua nei fiumi carichi di sedimenti e alluvioni;

  • continua erosione del suolo.

L'occupazione accelerata della regione produsse una natura diversa da quella conosciuta dagli indios e nella quale si relazionavano e costruivano la loro società: lo spazio, infatti, per loro aveva un significato molto maggiore e avvolgente, carico di contenuti sociali, storici e religiosi.