La Lingua

La lingua nei territori delle popolazioni indigene

È importante valorizzare gli anziani per tutte le conoscenze che hanno e perché noi possiamo passare queste informazioni ai nostri figli, assieme alla nostra lingua che è una delle nostre ricchezze.

Anonimo Guaranì

lingua_th.jpgDa un articolo apparso sul Corriere della sera il 28 ottobre 2005: Come ci preoccupiamo della protezione delle specie biologiche, è giunto anche il momento di preservare la molteplicità linguistica alla quale è legata l'identità del popolo e la straordinaria storia dell'avventura umana. Ogni anno 250 lingue scompaiono irrimediabilmente, tra cui quelle parlate dai boscimani, pigmei, indios dell'Amazzonia....

Ogni lingua contiene un sapere che rischia di sparire se scompare la lingua e almeno un terzo delle lingue amazzoniche sono parlate da comunità che non superano 100 componenti.
Proteggere gli idiomi di queste comunità significa proteggere una tradizione botanica e erboristica millenaria in gran parte sconosciuta all'Occidente.

Il Brasile possiede un'immensa diversità etnica e linguistica. Esistono almeno 180 lingue diverse, che appartengono a più di 30 famiglie linguistiche differenti.
La lingua dei Guaranì appartiene al tronco linguistico Tupi-guaranì.
Quella dei Kaingang alla famiglia macro-jé.
I Guaranì, in generale, apprendono a parlare nella lingua madre e successivamente imparano il portoghese; non così i Kaingang: esistono aldeias in cui si parla poco la lingua materna e i bambini, ora, la imparano a scuola.