Progetto Itakora (2012 - 2015)

Centro di Convivenza Itakora e corso Formando em Rede

lingua_th.jpgPrevede la costruzione del Centro di Convivenza Itakora e il corso Formando em Rede.

Il Centro di Convivenza Itakora ha lo scopo di essere punto di riferimento per le comunità indigene, soprattutto Guaranì, da un punto di vista culturale, formativo, di sensibilizzazione per la popolazione non india, nonché centro di sviluppo per le attività produttive e centrale di commercializzazione delle stesse. È costituito da vari edifici che in parte saranno costruiti ora, in parte successivamente.

Per ora saranno costruite due casette, una per gli uffici di Outro Olhar, il centro di commercializzazione e il deposito, la seconda per aule per attività formative (da costruire nel 2013).

Un auditorium per attività formative, convegni, incontri, eventi (da costruire nel 2013).

Mensa e servizi (da costruire possibilmente nel 2013, ma probabilmente più tardi per manca di una parte dei finanziamenti).

Successivamente si prevede la costruzione di:

  • Spazio della memoria, luogo riservato alla valorizzazione della cultura indigena e alla sensibilizzazione della popolazione non india

  • Opy o casa de reza - casa di preghiera - luogo di culto e di conservazione di riti e tradizioni (da costruire dal 2014)

  • Residenza di passaggio per ospitare gli indios di passaggio, che in generale non hanno un luogo dove dimorare

  • Un parco per bambini con giochi della cultura Guaranì (da predisporre negli anni 2013/2014)

Auditorium, mensa e aule potranno essere affittate per convegni, eventi, cerimonie nei periodi in cui non saranno utilizzate per attività con le comunità indigene o per attività di sensibilizzazione. L'affitto di tali sale permetterà in parte il mantenimento del Centro.
Nella realizzazione delle strutture e direzione dei lavori sono coinvolti tecnici del Comune di Guarapuava, con l’autorizzazione dello stesso.

Nel Progetto Itakora è prevista anche la realizzazione del corso Formando em Rede con la partecipazione di giovani indios delle otto aldeias della Rede Solidária Popyguá. Il corso vuole fornire strumenti e competenze per apprendere a guidare le comunità indigene in modo efficace, produttivo e democratico, nella consapevolezza della propria origine e identità e dell’importanza di preservare cultura e tradizioni, pur in un’ottica di modernità e di utilizzo di nuove tecnologie.

Le prime tre fasi del corso sono state ampiamente illustrate da Outro Olhar in dettagliate relazioni che hanno messo in luce modalità di intervento appropriate e innovative anche con la collaborazione dell’Università Facultade de Guarapuava. La quarta fase si è svolta nel marzo 2013; il corso proseguirà con i finanziamenti dell’IAF e, per quanto riguarda il VI modulo, mirato a sviluppare sensibilità, conoscenze e competenze sull’ambiente, con il finanziamento di Shishu previsto nella microazione Itakora: do Espaço ao Conhecimento. Nelle prossime fasi saranno coinvolti anche caciques e xamoĩs delle aldeias per fruire delle loro conoscenze e per coinvolgere maggiormente le comunità.

Tutto questo nell’ottica di far acquisire alle comunità sempre maggiore autonomia e di avviare a forme di imprenditorialità perché possano diventare veramente protagoniste della propria vita.

Finanziamenti

Il progetto Itakora è finanziato per la maggior parte dalla CEI (Conferenza Episcopale Italiana) e per la parte rimanente da Shishu e Outro Olhar.